sabato 19 luglio 2014

LEZIONE DI CINEMA:Il flash-forward in Due per la strada

Il cinema si serve del flash-back per ricordare eventi passati, ma se vuole fare dei "balzi" temporali e poi ritornare subito al presente, utilizza una tecnica narrativa inversa: il flash-forward.
Uno degli esempi più classici è la deliziosa commedia Due per la strada di Stanley Donen (1967), che racconta la parabola matrimoniale di Mark (Albert Finney) e Joanna (Audrey Hepburn). 
Donen parte dal presente, quando la coppia è in crisi, e utilizza inizialmente il classico flash-back per raccontarci come Mark e Joanna si sono conosciuti. Mixando il flash-back con il flash-forward, poco a poco lo spettatore scopre come i due protagonisti si sono innamorati, e attraverso l'espediente del viaggio on the road, Donen lega ai viaggi che compiono un pezzo della loro vita coniugale, il tutto nell'arco di un decennio.
Donen però mescola le carte, rappresentando la narrazione con balzi temporali passati, dove Mark e Joanna sono spiantati e innamorati, per poi balzare in avanti con la narrazione di eventi futuri, dove Mark e Joanna sono diventati ricchi e infelici. 
Con l'utilizzo del flash-forward in questo modo Donen mostra come il loro benessere mal si concilia con il loro ménage matrimoniale, fatto di litigi, incompresioni e tradimenti, utilizzando invece il flash-back per mostrare la coppia meno abbiente, ma più felice. In questo modo si ha una narrazione frammentaria e poco lineare, ma molto più originale, lasciando allo spettatore il compito di collegare ogni "pezzo" di questo intricato puzzle che è la loro storia d'amore. Due per la strada è un film dalla struttura narrativa originale, una commedia deliziosa e amara allo stesso tempo.

4 commenti:

  1. i film degli anni Sessanta esercitano da sempre un fascino particolare su di me. e questo film (che, confesso, non conoscevo), non fa eccezione. ha tutta l'aria di essere la visione ideale per una serata estiva troppo sfiancante per sorbirsi un mattone, ma sufficientemente rilassata per una storia lieve ma con il giusto tocco di malinconia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo consiglio, è una deliziosa commedia on the road, perfetta per l'estate! ;)
      Ma se ti devi sposare, te lo sconsiglio! Perché? Beh, lo devi vedere! ;-)

      Elimina
  2. non c'è questo rischio, ma adesso sono ancora più curiosa ri recuperarlo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente da vedere, è bellissimo! ;)

      Elimina